giovedì 31 ottobre 2013

Le mummie di Halloween...di Andrea!


Ecco la mia cena di Halloween!
L'idea l'ho rubata ad Andrea di Desperate house cooker, vi rimando al suo blog per la "ricetta", lo ringrazio(perché sono state molto apprezzate) e auguro a tutte/i voi una felice serata di Halloween che ci si "creda" o meno ;))!!!
Un bacio!

ZCUT 10

Anche questo allenamento è un time challenge, sono 6 esercizi da ripetere in 2 rounds:

• 10 competition 180 burpees
• 20 low jacks
• 20 bycicles
• 20 forward & backward jump lunges
• 20 side to side plank jumps
• 10 x 3 jump lunges+1 jump squat

Tempo di Zuzka 11:45
Tempo di Elisa 15:33

E ora...la notte di halloween!!!

mercoledì 30 ottobre 2013

Pollo radicchio e gorgonzola

Una di quelle ricette veloci, facili e di sicuro...godimento!
Col pollo ci si può fare praticamente di tutto!!!
Non fate caso alla foto (le mie sono sempre piuttosto pessime, ma faccio tutto col cellulare e di più non riesco:((!), la cremina doveva addensarsi un poco di più ma Ale è arrivato a casa con una fame allucinante (che gli daranno all'asilo???) e ho impiattato in fretta!

Ingredienti:

Pollo (petto o fettine)
Gorgonzola
Radicchio di Treviso
Latte q.b.
Olio e sale

Procedimento:

Far appassire il radicchio tagliato a fettine sottili con un filo d'olio. Tagliare a cubetti il gorgonzola e farlo sciogliere con un po' di latte in un'altra padella (io questa operazione la faccio nel microonde per sporcare una pentola in meno). Unire il radicchio al gorgonzola e tenere da parte.
Cuocere il pollo infarinato per qualche minuto, facendolo rosolare e sfumando con del vino bianco, poi versare la carne nella padella con la cremina e lasciare insaporire un paio di minuti facendo addensare la crema al gorgonzola.
Servire subito.

Io l'ho servito con fettine di pane scaldate su pietra refrattaria...il pane è una ricetta con farina di mais e lievito madre. Ormai per non buttare la nostra "madre" panifico tutte le domeniche!


martedì 29 ottobre 2013

Pasta e fagioli

Ricetta bimby.
La faccio spesso e la trovo ottima!
Chi non avesse il bimby la può tranquillamente fare in pentola.

Ingredienti per 4 persone:

1 scalogno o spicchio d'aglio
30 gr di pancetta (io bacon)
1 rametto di rosmarino
40 gr di olio evo
2 scatole di borlotti sgocciati
100 gr passata di pomodoro
1000 gr di acqua (o 900 più densa)
1 cucchiaio dado vegetale
200 gr ditaloni
Sale e pepe q.b.

Procedimento:

Tritare scalogno, rosmarino e pancetta 5 secondi velocità 7. Unire l'olio e soffriggere per 3 minuti a 100 gradi. Aggiungere metà dei fagioli e la passata e frullare 5 secondi a velocità 5.
Aggiungere acqua e dado e cuocere 20 minuti a 100 gradi velocità 1.
Trascorsi i 20 minuti aggiungere la pasta e cuocere per il tempo indicato sulla confezione sempre a 100 gradi antiorario velocità cucchiaio. Negli ultimi 5 minuti di cottura aggiungere i fagioli rimasti. Lasciare riposare un paio di minuti e servire con un filo d'olio e parmigiano reggiano.


ZCUT 9

Time challenge, 5 esercizi, 2 rounds:

• 20 jump squat & leg lift (Dx+sx)
• 20 knee hug
• 20 jump lunges kick up (dx+sx)
• 20 diagonal plank jumps (dx+sx)
• 20 surfers (dx+sx)

Zuzka ha completato l'allenamento in 11:55.
Io in 17:59.
Baci e buon lavoro!

domenica 27 ottobre 2013

Platessa in crosta di patate


Ho deciso di fare questa ricetta dopo che me ne aveva parlato la mia collega. Avevo già deciso di fare qualcosa con le patate, ma la scelta era ricaduta su un pasticcio più classico. Poi Erika mi ha parlato di questa ricetta che lei aveva fatto in settimana e mi ha incuriosita, tanto da convincermi a provarla!
La ricetta è tratta da un volume di ricette per il forno uscito insieme al quotidiano della mia città, la Gazzetta di Parma.

Ingredienti:

800 gr di filetti di platessa
800 gr di patate
100 gr di parmigiano
50 gr di pancetta (per me bacon steso)
50 gr pangrattato (per me il mio aromatico)
1 uovo
Timo q.b.
Zenzero fresco (per me secco)
Olio, burro, sale e pepe

Procedimento:

Lavare il pesce e asciugarlo con carta assorbente e salarlo.
In una terrina mescolare metà del parmigiano col pangrattato, l'uovo, il timo, lo zenzero e sale e pepe.
Pelare le patate e grattugiarle poi mescolarle col restante parmigiano e aggiustare di sale e pepe.
Accendere il forno a 200 gradi, foderare una teglia con carta forno che poi va unta con un poco di olio. 
Adagiare uno strato di patate e sopra disporre i filetti di platessa.
Ricoprire il pesce con le fettine di pancetta e poi distribuire una parte di composto di pangrattato. Stendere altri filetti di pesce ancora il composto e finire con le patate. Mettere qualche fiocchetto di burro e infornare per circa 25 minuti e sino a quando non sarà ben gratinata la parte superiore. Io gli ultimi 5 minuti ho acceso il grill.
Attendere una decina di minuti prima di servirlo.

Lo abbiamo trovato ottimo, un buon modo per far mangiare pesce anche a chi non lo ama, bambini o adulti ;)
Le patate sono sempre ottime, con tutto!

ZCUT 8...very strong!!!

Anche la domenica mi alleno...no non sono pazza, è che nel weekend ho più tempo, o meglio, è a casa mio marito e può far da baby sitter ad Ale ;)))
Questo allenamento è un time challenge, una sfida a tempo, sono 10 esercizi da ripetere per 3 volte nel minor tempo possibile:

• 3 point burpee
• 20 jump lunges
• 3 point burpee
• 20 jump squats
• 20 reptiles
• 20 side jump lunges
• 3 point burpee
• 20 dragon lunges
•3 point burpee
• 20 reptiles 


Zuzka l'ha fatto in 15:10 min.
Io ci ho messo molto di più :((( 27:05

Devo essere sincera, oggi ero veramente stanca! Diciamo che dopo i 100 swing di mercoledì ho fatto sempre più fatica. Ciò significa che il lavoro da fare è ancora tanto e che dovrò impegnarmi di più!
Ma dopo l'allenamento una doccia calda e una nuova ricetta da preparare in cucina ed ero un'altra!!!
Baci!

Grissini con avanzo di pasta madre

Questa ricetta è nata da un avanzo di un avanzo!
Avevo già fatto in passato i grissini o crackers con pasta madre, quando ancora era molto giovane, mi spiaceva buttare via tanta "roba"!
Dopo il rinfresco di ieri oggi avevo intenzione di panificare, a dopo la ricetta se tutto filerà liscio, ma altra pasta madre mi è avanzata! Che fare??? Ovviamente grissini!
In quattro e quattr'otto ho impastato e infornato questi ottimi grissini e la ricetta è ancora più buona degli altri esperimenti. Ho trovato la ricetta sul blog di "nella cucina di Laura", su giallo zafferano.
  

Ingredienti:

210 gr di pasta madre da rinfrescare (io rinfrescata 24 h prima)
105 gr di farina 0 (io Manitoba)
40 gr di acqua
20 gr di olio
7 gr di sale
Sale grosso, sesamo o semi papavero per guarnire

Procedimento:

Ho messo pasta madre, farina e acqua nella planetaria e ho acceso. Poi ho aggiunto l'olio e una volta che l'impasto ha cominciato a formarsi ho aggiunto in sale. Ho fatto impastare per almeno 5 minuti e sino a quando l'impasto non risaliva il gancio. Poi ho steso una sfoglia sottile e ritagliato con la rotella tante striscioline che ho unito a due a due e arrotolato. Coi ritagli ho fatto dei piccoli crackers.
Adagiati su carta forno e spennellati con acqua e olio e cosparsi di sale grosso e semi di sesamo e papavero.
Infornare in forno caldo statico a 180 gradi sino a doratura...ma non troppo!

ZCUT 7

Ed eccoci all'allenamento di ieri.
È un interval training di 10 minuti, sono 5 esercizi per 3 rounds. Impostare l'interval timer con 15 sets da 40 secondi e si comincia!

• sumo jump squat to jump squat 
• side hops
• burpee, roll over e knee hug
• mountain climbers
• plank

Vi ricordo che potete trovare i video esplicativi su YT al canale Zuzkalightteamitaly!

Mi farebbe piacere sapere se qualcuna di voi ha sbirciato e magari cominciato a fare qualche allenamento...così potremmo confrontarci!
Baci a tutti!

sabato 26 ottobre 2013

Plum-pane cake al cocco


Stamattina mi sono svegliata alle 8. I miei ometti dormivano ancora. Il momento ideale per me...la cucina libera e la voglia di sentire un profumo dolce che invadesse letteralmente la casa. E il dolce risveglio dei due ghiri!
Sorseggiando il mio karkadé e mangiando gli ultimi biscotti al cocco ho impastato questo dolce.
La ricetta è di Sabina, con il suo blog DueBiondeInCucina, che ho "conosciuto" da poco, ma che mi ha conquistata subito. Ho letto tutti i post del suo blog in meno di tre giorni e ho segnato molte ricette che vorrei proporre a voi e ai miei ometti. 
A dire il vero sono letteralmente conquistata da alcuni blog che sto iniziando a seguire, quello di Aria, Vanigliacooking e InCucinaMiRilasso, come di altri...è che mi emoziono molto nel leggere come queste persone riescano a mettere così tanto di loro nel blog che quasi le sento amiche!
Ragazze mi si è aperto un mondo che va oltre la cucina e che trovo meraviglioso!
Ho tanto da imparare e entrare nelle vostre cucine virtuali e nella vostra "vita" mi sta dando tanto quindi grazie!

Ed ora, prima che mi metta a piangere, vi posto la ricetta così come la potete trovare sul blog di Sabina e se non la conoscete andate a sbirciare da lei, ne vale la pena!!!

Ingredienti:

350 g di farina di farro
200 g di fiocchi di cocco essicati
2 cucchiaini di lievito
150 g di zucchero 
50 g di burro
170 g di yogurt greco
scorza di limone
1 bicchiere di latte o quanto necessario
2 uova

Procedimento:

Mescolate bene tutti gli ingredienti fino ad ottenere un composto liscio e cremoso, foderate uno stampo da plum cake con carta forno e infornate nel forno preriscaldato a 160° per un'ora e mezza circa. Fate sempre la prova dello stecchino per verificarne la cottura.

Tasche di lonza ripiene

Questa è una ricetta di Benedetta Parodi, dal nuovo libro, che avevo già deciso di fare vedendola in tv.
Ho preso tutto il necessario e oggi le ho preparate per pranzo!
Devo dire che sono ottime!
L'unica cosa che farò la prossima volta sarà quella di tagliare la carne più bassa rispetto alle "due dita" di cui parla Bene nel libro...se poi avessi guardato meglio la foto che ha inserito forse ci sarei arrivata anche prima ;))!

Ingredienti per 4:

700 gr di lonza di maiale
200 gr di feta
3 cipollotti
1 bicchiere di vino bianco
1 cucchiaio di pomodori secchi
1 cucchiaio di olive taggiasche + un po' per padella
Prezzemolo, olio e sale

Procedimento:

Preparare le fette di lonza con la tasca incidendole lateralmente. Tagliare i cipollotti e farli stufare con un filo d'olio in padella. 
Spezzettare la feta in una ciotola poi tagliare sia i pomodori che le olive e mescolarle alla feta. Aggiungere un po' di prezzemolo.
Riempire le tasche con un po' di farcia, schiacciarle leggermente e metterle a rosolare in padella con qualche oliva.
Rosolare entrambi i lati e sfumare col vino. Lasciare cuocere per una decina di minuti o sino a quando la feta non comincia a fuoriuscire. Salare e servire subito.


giovedì 24 ottobre 2013

Funghi trifolati a modo mio e ZCUT 6

Ogni tanto capita che mi porti a casa qualcosa di già pronto...ho detto un'eresia? Spero di no, ma a me capita. Un po' le idee che languono, o forse ne ho troppe e non mi decido, un po' il tempo che manca ogni tanto mi faccio tentare dalla gastronomia pronta. 
Stasera era una di quelle sere.
Scaloppine ai funghi. Da riscaldare e basta. Ma io proprio ferma non ci so stare, mettete anche che avevo degli champignon che urlavano pietà dal frigo, detto fatto il contorno super veloce che con le scaloppe si accompagna: funghi trifolati!
A modo mio perché per dare un po' di carattere agli champignon stasera ho aggiunto del bacon in cottura che male proprio non vi stava!

Mi perdonate anche che non metto la ricetta con ingredienti e procedimento? Direi che per trifolate dei funghi non ci vuole tanto, e per quanto riguarda la mia maniera basta far rosolare un poco di bacon tagliato a striscette prima di partire con la ricetta.
Ecco stasera proprio "non avevo voglia"...
Sarà mica stato l'allenamento di oggi???? Bello tosto!

È un interval training di 10 minuti, sono 4 esercizi che vanno ripetuti per 5 rounds. Settare l'interval training con 20 rounds da 30 secondi. Nessun riposo e passare da un esercizio all'altro subito e farli tutti di fila!

• low jacks
• flying jump lunges
• side burpees
• super heroes

Buona serata a tutti!

mercoledì 23 ottobre 2013

Branzino al sale e allenamento di oggi

Buona sera a tutti!
Oggi ricetta-non ricetta nel senso che è un modo di cucinare il pesce che ho "scoperto" guardando una puntata della Benedetta.
Facile, veloce e vi assicuro che il pesce viene una delizia! E far leccare i baffi a mio marito con un piatto di pesce è a dir poco cosa rarissima!!!

Ingredienti:

Sale grosso (non iodato)
Filetti di branzino (o orata) 
Sale nero o aromatico
Olio evo

Procedimento:

Versare un buono strato di sale in una padella antiaderente.

Accendere il fuoco e far scaldare bene. Una volta caldo il sale, adagiare i filetti di pesce dalla parte della pelle (io uso indifferentemente orata/branzino freschi/surgelati).
Chiudere con coperchio e far cuocere a fuoco medio sino a cottura, che avverrà all'incirca in 8-10 minuti (dipende dalla grandezza dei filetti).
Servire con sale aromatico e olio.


Lo so che è di una banalità assurda, ma mi piace condividere con voi anche le ricette più banali perché comunque a qualcuno potrebbe servire come è successo a me quando la Bene mi ha illuminata...un pesce ed una cottura ottimi che in famiglia sono molto apprezzati!

Post unico anche perché oggi non ho fatto uno Zcut (a dire il vero oggi non dovevo nemmeno essere a casa, ma Ale non è stato bene all'asilo e sono corsa a prenderlo e siamo stati a casa) ma un allenamento con i kettlebell proposto sempre da Zuzka tra gli allenamenti brevi.
Praticamente si comincia con una routine di riscaldamento che ho ripetuto 3 volte, poi ho fatto 2 rounds di swing col KB da 12 kg poi la routine, poi ancora 2 rounds col KB, la routine e un round finale di 20 swing con stretching finale.
Alla fine ho fatto 100 swing col KB in poco meno di 10 minuti e avevo il fiatone come se avessi fatto un allenamento "normale" da 15-20 minuti saltellando qua è la!
Ho sentito lavorare moltissimo i glutei e così deve essere, ma anche le gambe, gli addominali e le braccia hanno fatto un lavoro intenso.
Continuerò così! 



martedì 22 ottobre 2013

Biscotti al cocco e gocce di cioccolato senza burro e uova


La ricetta è di Dada e l'ha pubblicata nel suo blog, In cucina mi rilasso.
Mi ha subito colpita e stasera essendo a casa con Ale ho deciso di provarla con lui come aiutante.
La forma dei biscotti lascia un po' a desiderare (anche se l'ho spacciato per un biscotto "rustico" al maritino) perché il mio bimbo voleva a tutti i costi aiutarmi e "fare lui" ma per il resto vi assicuro che ne vale la pena!!!
Veloci e buonissimi! Da fare, per le mamme, coi propri bimbi, così si divertiranno come dei piccoli pasticceri.

Ingredienti:

100 gr di farina zero (io doppio zero)
100 gr di farina integrale
60 gr farina di cocco
80 gr zucchero di canna integrale (io di canna normale)
80 gr di gocce di cioccolato (la ricetta nasce con uvetta)
3 cucchiai di olio di semi di girasole (io mais)
1/2 bustina di cremor tartaro o lievito (io lievito)
Latte di cocco q.b.

Procedimento:

In una ciotola unire le due farine col lievito, poi aggiungere gli altri ingredienti ed infine il latte di cocco in quantità sufficiente ad ottenere un pasto lavorabile ma non troppo morbido.
Formare delle palline e schiacciarle leggermente mentre si adagiano sulla teglia rivestita di carta forno.
Cuocere a 180 gradi per 15-20 minuti.

A me ne sono venuti 22 belli cicciotti. Rimangono morbidi dentro ma croccantini fuori. 
Una vera delizia!



ZCUT 5

Ecco il workout che ho fatto oggi.
Si tratta di un time challenge, 3 esercizi da ripetere per 4 rounds:

• 10 broad jump burpees
• 20 high knees chair toe touches
• 10 tricep chair dips

Zuzka's time 10:35
Elisa's time 12:58

Buon allenamento!

lunedì 21 ottobre 2013

Involtini modenesi


É una delle prime ricette che ho fatto di Benedetta. E ogni tanto la ripropongo. 
Sempre ottimi!
Oggi poi che ho avuto il tempo di assemblarli per bene mentre ero al lavoro sono riuscita a cuocerli tranquillamente seguendo perfettamente la ricetta. Ma non vi nascondo che alle volte per velocizzare i tempi ho omesso dei passaggi che non hanno interferito con la bontà!

Ingredienti:

Fettine di lonza molto sottili
Pancetta (quella arrotolata non stesa)
Scaglie di parmigiano
Salvia
Aceto balsamico
Brodo vegetale
Farina
Sale 

Procedimento:

Stendete sulle fettine di lonza la pancetta e una scaglia di parmigiano e chiudete con uno stecchino a fagottino o involtino. Infarinate leggermente.
Scaldare in una padella un filo d'olio con qualche foglia di salvia e rosolarvi i fagottini.
Sfumare con l'aceto e poi aggiungere un mezzo bicchiere di brodo vegetale, chiudere con un coperchio e terminare la cottura.
Salare a piacere e buon appetito!

domenica 20 ottobre 2013

Pane ai 7 cereali con pasta madre


La mia pasta madre è nata ad aprile circa. Era da tanto che volevo provare. Un bel giorno di primavera mi sono decisa, a costo di non riuscire e buttare tempo e denaro.
A parte i primi 14 giorni, in cui l'ho rinfrescata tutte le sere, oggi la rinfresco una volta a settimana e la conservo in frigo.
Quest'estate ho provato a fare dei grissini con lo "scarto", per non doverlo sempre buttare...buonissimi!
Ma non mi sono mai azzardata a provare ad usarla. 
Sino ad oggi. O ieri. Visto che sapendo l'avrei usata oggi per panificare ieri l'ho rinfrescata. 
La mia solita dose l'ho riposta nel vaso di vetro in frigo, l'altra l'ho lasciata lievitare tutta notte.
È la mia prima volta. Quindi non abbiatene a male ma ho fatto mio un mix di ricette, modi e cotture. Alla fine ne è uscito un buon pane, credo.
Vedrò come si comporta domani e nei prossimi giorni.
Veniamo alla ricetta.

Ingredienti:

400 gr di pasta madre rinfrescata
400 gr di farina (160 grano duro+340 7cereali Spadoni)
200 gr di acqua tiepida
30 gr olio evo
15 gr sale

Procedimento:

Ho prelevato 400 gr di pasta madre dal mio rinfresco del giorno prima.
L'ho messa nella ciotola dell'impastatrice con l'acqua tiepida e l'ho fatta sciogliere.


Poi ho aggiunto l'olio e poco alla volta le due farine miscelate.
Prima che incordasse ho aggiunto il sale.
Ho lasciato impastare una quindicina di minuti e poi ho versato l'impasto sulla spianatoia ben infarinata di semola e ho impastato a mano un paio di minuti.
Ho formato una palla e l'ho messa a lievitare coperta nel forno tiepido ma spento.

Dopo circa 5 ore visto che era ben lievitato ho ripreso l'impasto sgonfiandolo e facendo per tre volte le pieghe.
Poi ho deciso che l'avrei fatto lievitare in uno stampo da plumcake così da avere un pane da affettare e quindi l'ho adagiato in uno stampo in silicone ben infarinato di semola e l'ho lasciato lievitare altre 2 ore.
Mezz'ora prima di infornarlo ho acceso il forno ventilato a 250 gradi.
Una volta a temperatura ho bagnato la superficie del pane con poca acqua e ho praticato tre piccole incisioni e l'ho infornato per 10 minuti a 250 gradi, poi mezz'ora a 180 gradi e gli ultimi 5-10 minuti a 170 gradi.
Prima di tirarlo fuori l'ho capovolto direttamente sulla leccarda e l'ho fatto asciugare anche nel lato basso per 5 minuti.
A questo punto l'ho sfornato e messo a raffreddare su una gratella.


Non abbiamo resistito e l'abbiamo assaggiato che ancora fumava!
Crosta croccante e interno cotto e credo ben lievitato. Si è fatto tagliare molto bene anche se ancora caldo.
Per essere stato il mio primo pane con pasta madre sono soddisfatta!!!



Polpettine di tonno, ricotta, sesamo al profumo di lime di Chiara Maci


La ricetta di Chiara mi ha subito fatto gola...già qualche giorno fa mi aveva intrigato Erika con una sua ricetta simile e avendo in casa tutto il necessario ho deciso che stasera sarebbe stata la nostra cena.
Ho optato per la ricetta di Chiara solo per provarne una sua, quelle di Erika sono sempre una garanzia!
Di seguito la ricetta e le mie modifiche tra parentesi.

Ingredienti:
250 gr di ricotta (200 gr)
2 uova
200 gr tonno all'olio d'oliva sgocciolato
3 cucchiai di parmigiano reggiano (pecorino) 
2 cucchiaini di capperi
scorzetta di lime (limone)
sale, pepe e prezzemolo q.b.
pangrattato aromatico e sesamo 
olio per friggere 

In una terrina unire il tonno sbriciolato e sgocciolato con la ricotta, il parmigiano e le uova.
Aggiungere i capperi, il prezzemolo e un cucchiaio di pangrattato (io molto di più). Salare e pepare a piacere. Formare con questo impasto delle palline schiacciate che andranno ripassate nel pangrattato al sesamo (io ho fatto delle quenelle poi schiacciate).
A questo punto Chiara dà due metodi di cottura:
- fritte, quindi scaldare l'olio in una padella da frittura (lei usa olio evo) e quando ben caldo intingere le polpettine fino a doratura;
- al forno (metodo da lei preferito), adagiarle su carta forno e cuocere a 180° per circa mezz'ora.
Prima di servirle grattugiate sopra la scorza del lime (per me limone).

Io le ho "fritte" in padella con poco olio. Sono stratosferiche!!! Mio marito continuava a dire che erano buonissime mentre ne mangiava una dietro l'altra. La scorza del limone, nel mio caso, ha fatto la differenza!

Ciambellone alla zucca di Aria


Vi ho già detto che adoro la zucca. Quando qualche giorno fa mi sono imbattuta in questa ricetta di Aria ho subito voluta provarla. Comprata la zucca oggi l'ho preparata. Il sito di Aria, Aria in cucina, merita veramente io non lo conoscevo e lo consiglio vivamente!!!
Aria grazie per l'esperimento! Davvero ben riuscito, e te lo dico mentre addento una fetta della ciambella e guardando mio figlio di quasi tre anni che addenta la seconda fetta!

Ingredienti:

4 uova
120 g di zucchero semolato
80 ml di olio evo delicato (io semi)
250 g di zucca cotta
200 g farina
gocce di cioccolato
1 bustina di lievito

Procedimento:

Montare con la planetaria 4 uova con 120 g di zucchero. Unire 80 ml di olio, la purea di 250 gr di zucca (precedentemente cotta a vapore), una generosa manciata di gocce di cioccolato, 200 g di farina, 1 bustina di lievito.
Mescolare per bene e infornare in uno stampo a ciambella per almeno 40 minuti a 180°. 
Una volta fredda spolverare di zucchero a velo e servire.

ZCUT 4

Ecco l'allenamento di oggi. 
Tabata training, 5 esercizi per 5 rounds ognuno. Settare il proprio interval timer con 25 rounds da 20 secondi di lavoro e 10 di riposo. 
Si ripete per 5 volte un esercizio per poi passare al successivo.
Ricordate di fare warm up e stretching finale.

• 180^ burpees
• jump lunges
• push ups
• sit ups
• sumo squat jumps


Risotto spinaci e taleggio

Dal nuovo libro di Benedetta Parodi.

Ingredienti per 4 persone: 

350 gr riso 
150 gr di spinaci 
1 cipolla
brodo vegetale q.b.
80 gr taleggio
50 gr parmigiano
burro q.b. 
sale e pepe

Procedimento:

Tagliare la cipolla e farla soffriggere nel burro. Aggiungere il riso e tostarlo, salando a piacere.
Tagliare gli spinaci a coltello e aggiungerli al riso lasciando insaporire. Cominciare ad aggiungere il brodo e portare a cottura. Spegnere il fuoco e mantecare col taleggio e il parmigiano. Pepare a piacere.

È la seconda volta che lo faccio e devo dire che è una ricetta semplice ma gustosissima! 
Io oggi ho apportato delle piccole modifiche usando quello che avevo in casa (porri al posto della cipolla, olio al posto del burro, pecorino misto a parmigiano) e ho ovviamente cotto tutto nel bimby. 


sabato 19 ottobre 2013

Barrette di cereali home made!


E dopo l'allenamento uno snack salutare e pieno di energia!
Ho seguito una delle tante ricette sul web, adattandola un poco a ciò che avevo in casa ed ai miei gusti.
La ricetta è di Juls di Juls' kitchen.
Ecco gli ingredienti e le mie modifiche (tra parentesi):

100 gr fiocchi d’avena (150 gr)
50 gr fiocchi di riso (non ne avevo)
50 gr germe di grano (semi zucca)
100 gr semi di girasole
50 gr semi di sesamo
60 gr nocciole (30 gr + 30 gr mandorle)
120 gr frutta essiccata tra ciliegie, mirtilli e uvetta (uvetta e lamponi)
100 gr zucchero di canna
3 cucchiai di miele
100 gr burro
1 cucchiaino di sale alla vaniglia (sale)

Procedimento:

Riscaldare il forno a 160°C e tostare in una teglia i cereali con i semi vari e la frutta secca per circa una decina di minuti. Nel frattempo sciogliere il burro su fuoco dolce con lo zucchero di canna e il miele, mescolando continuamente.
Il risultato sarà uno sciroppo denso, di color ambra scuro.
Togliere i semi e i cereali dal forno, spezzettare grossolanamente le nocciole e le mandorle e unire il tutto con la frutta secca e 1 cucchiaino di sale allo sciroppo: mescolare bene per amalgamare il tutto.
Foderare una teglia con della carta forno bagnata e riempirla con l’impasto pressandolo molto bene con il dorso di un cucchiaio bagnato. 
Lasciare uno spessore di almeno 1 cm.
Cuocere in forno statico a 160 gradi per 30 minuti.
Lasciare completamente raffreddare e tagliare le barrette.
Si conservano avvolte in alluminio o carta forno in frigorifero per qualche giorno.


ZCUT 3

Oggi giorno d'allenamento. 
Proseguo con il programma di Zuzka e oggi è previsto il numero 3, allenamento di 10 minuti AMRAP-as many rounds as possible (bisogna portare a termine quanti più rounds possibili, nel tempo prestabilito).
Impostare il timer su 10 minuti ed eseguire i seguenti 4 esercizi:

• 10 lateral jump burpees
• 10 mule kicks
• 20 crab toe touches (dx+sx 1 rep)
• 10 ab splitters

Io ho portato a termine nei 10 minuti 1 round intero (4 exe) + 10 mule kicks, quindi 1 e 1/2! Poi avendo tempo ho comunque proseguito per finire anche gli altri 2 esercizi e fare 2 rounds. Non paga ho effettuato 20 swing a due mani col kettlebell da 12 kg!

Quando ripeterò questo workout cercherò comunque di battere il mio round e mezzo!

Il sabato del salmone 2 con scarola in padella


Come sabato scorso anche oggi ho riproposto il salmone.
La variante rispetto ai bocconcini dell'altra volta sta nel mettere uno strato di senape sul lato superiore del filetto di salmone e poi coprirlo con pangrattato aromatico (qui ho aggiunto anche semi di sesamo).

Come accompagnamento ho cotto la scarola in padella utilizzando pinoli e uvetta. A dire il vero di solito la faccio per accompagnare carne di maiale, braciole o scaloppine, ma era in frigo che chiedeva pietà e di buttarla proprio non n'è la sentivo...era ora di cucinarla.

Ingredienti:

1-2 cespi di scarola
1 manciata di pinoli
1 manciata di uvetta 
1 bicchiere scarso di vino bianco
Olio e dado vegetale q.b.

Procedimento:

Scaldare l'olio in padella e far soffriggere pinoli e uvetta, precedentemente ammollata.

Aggiungere la scarola tagliata grossolanamente a coltello e lasciare cuocere un paio di minuti rigirando. Sfumare col vino bianco e aggiungere 1 cucchiaino abbondante di dado vegetale. Cuocere ancora sino a che non di è assorbita tutta l'acqua in eccesso.
Servire calda. 



giovedì 17 ottobre 2013

Mezze penne al tonno

Spesso propongo ai miei ometti questa pasta piuttosto veloce e semplice che mio figlio adora, addirittura arriva a leccare il piatto! Da quando ha scoperto il tonno in scatola me lo chiede spesso ed io glielo propongo così.

Ingredienti (il peso varia dal numero di persone):

Mezze penne o altra pasta corta
Passata di pomodoro
Triplo concentrato di pomodoro
1 spicchio d'aglio
1 scatoletta di tonno al naturale grande
Olio, sale e prezzemolo q.b.

Procedimento:

Mettere a bollire l'acqua e poi buttare la pasta a bollore.
In una padella antiaderente versare un poco d'olio e aggiungere lo spicchio d'aglio facendolo rosolare (io uso uno stuzzicadenti per l'aglio così posso riconoscerlo ed eliminarlo meglio).
Aggiungere la passata e un cucchiaino di triplo e salare. Aggiungere il tonno spezzettandolo e far cuocere una decina di minuti coperto.
Scolare la pasta al dente e farla saltare in padella a fuoco vivo. Servire con un po' di prezzemolo.
Volendo si può utilizzare dell'olio piccante o del peperoncino a piacere.

ZCUT 2

L'allenamento di oggi è il secondo del programma DVD di Zuzka. È un time challenge e per me è stato durissimo! Per fortuna che dovevo essere allenata;)))!
Di seguito gli esercizi:

• 10 prisoner get ups
• 20 sumo Squat jumps
• 30 side jump lunges 
• 40 skaters
• 50 pendulum
• 60 x 10 high knees+jump to plank
• 70 plyo jumps

Zuzka's time 15:23
Elisa's time 26:42 

A presto con un altro workout!!!

mercoledì 16 ottobre 2013

Uova strapazzate a modo mio!

Io le faccio così. Non ho mai cercato, onestamente, una ricetta particolare. Ho sempre creduto si facessero così e ho iniziato a farle a modo mio. 
In linea di massima ogni due settimane le ripropongo ai miei ometti...i quali gradiscono soprattutto il bacon!!!

Ingredienti:

5 uova
Un goccio di latte
Curry a piacere
Parmigiano q.b.
Fette di bacon
Una noce di burro

Procedimento:

Sbattere le uova con il latte e a piacere aggiungere una spezia (noi adoriamo il curry).
Scaldare il burro in padella e poi versare le uova. Mentre si stanno rapprendendo cospargere di parmigiano e con una forchetta di legno "romperle".
Nel frattempo in un padellino antiaderente ben caldo adagiare le fettine di bacon e cuocerle un paio di minuti per lato. Impiattare e servire.

martedì 15 ottobre 2013

Torta umida...di bianco vestita!


Questa è la versione bianca della torta umida al cioccolato di Amoreena! 
Questa volta ho usato metà aroma mandorla e l'ho farcita con quel poco di crema avanzata dai black bottom cupcakes, con l'aggiunta di 1 CC di crema al cioccolato spalmabile e 2 cc di cacao amaro in polvere!
Ragazze non potete immaginare che bontà!

Ingredienti (tortiera 20-22 cm):

280 gr farina doppio zero
210 gr zucchero
40 gr di olio di semi
1 bustina di lievito x dolci
450 gr latte
Aroma a piacere

Procedimento:

Come per quella al cioccolato si mescolano prima gli ingredienti secchi poi si aggiungono quelli liquidi.
Mescolare con frusta per bene e versare in una tortiera e infornare a 160 gradi per 40 minuti circa più 5 a 170. Ovviamente tutto dipende dal proprio forno!!!

ZCUT 1

Oggi ho fatto il primo dei 12 workout di Zuzka che si trovano in vendita in DVD, si chiamano ZCUT.
Io li ho trovati sul canale YT del team Italy di Zuzka.

L'allenamento di oggi è un time challenge, cioè si devono eseguire tutti gli esercizi proposti di seguito senza interruzioni, il più velocemente possibile:

• 10 competition burpees
• 10 tuck jumps
• 10 competition burpees
• 20 jump lunges
• 10 competition burpees
• 30 kick ups 
• 10 competition burpees 
• 40 jack kicks 
• 20 competition burpees

Zuzka's time 9:52
Elisa's time 15:31

Spero di migliorare la prossima volta ;)!


domenica 13 ottobre 2013

Cardio workout - butt & abs

Questo che vedete in foto è un kettlebell, o peso russo.
Da quando seguo Zuzka ho imparato a conoscerlo e ho deciso di comprarne uno per i miei allenamenti.
Il mio non è propriamente professionale, è in plastica (quelli professionali sono in ghisa o ferro) ed è piuttosto grosso. Io lo uso per fare lo "swing" a due mani, uno degli esercizi proposti. 
Per una donna l'impugnatura è grossa per essere usato ad una mano. Penso che ne comprerò presto un altro da 8 kg per gli esercizi ad un braccio.
Per chi vuole allenarsi a casa bastano veramente pochi attrezzi, non è necessario avere attrezzi costosi, il kettlebell è uno di questi. Ma si può ovviare anche con un peso!

Ecco l'allenamento di oggi.
Allenamento breve (per chi ha poco tempo) ma intenso che si concentra su glutei e addominali.
Sono 2 esercizi da ripetere 3 volte il più velocemente possibile (il che non significa fare male le ripetizioni per farle più velocemente, meglio metterci più tempo ma stare attente a ciò che si fa).

1) 20 JUMP LUNGES (affondi saltati)
2) 20 KETTLEBELL SWINGS (a due mani)

Zuzka lo fa in 3 minuti circa.
Io l'ho fatto in 4:50.



Black bottom cupcakes

Un'altra ricetta dal nuovo libro di Benedetta Parodi.
Sono favolosi!

Ingredienti per 12-15 cupcakes:

200 gr di farina
200 gr di zucchero
30 gr di cacao amaro
1/2 bustina di vanillina (io intera)
250 ml acqua
1 cc di sale
1 cc di bicarbonato
1 cc di aceto di vino bianco

Per la crema:

250 gr formaggio spalmabile
50 gr zucchero 
1 uovo

Procedimento:

In una ciotola preparare la crema mescolando formaggio, uovo e zucchero. Tenere da parte.
Per l'impasto mescolare farina e zucchero poi unire il cacao setacciato e la vanillina.
Aggiungere l'acqua, il sale, il bicarbonato e l'aceto e mescolare per non formare grumi.
Utilizzare stampini di carta per muffin per rivestire lo stampo muffin.
Riempire i pirottini con un cucchiaio di composto al cioccolato, poi mettere un cucchiaio di crema e ricoprire con un altro cucchiaio di impasto. 
Cuocere in forno statico per 12-15 minuti a 180 gradi.

A me sono venuti 16 cupcakes non grandissimi. Mi è avanzata della crema con cui oggi farcirò una tortina!
Tra ieri sera e stamattina ne sono avanzati 8!

sabato 12 ottobre 2013

Relax? No Bonus Abs!

Oggi potevo riposarmi.
Ho deciso invece di fare comunque un allenamento, un bonus abs nello specifico, di Zuzka. Questo workout fa parte del programma Zcut di Zuzana in DVD, ma online si trovano dei video e così me li sono guardata e segnata.
Ecco l'allenamento:

BONUS ABS
4 exercises
Time challenge - 2 rounds (significa completare tutte le ripetizioni dei 4 esercizi per 2 volte nel minor tempo possibile)

1) 5 AB SPLITTERS
2) 20 ELEVATED PLANK AND KNEE TUCK (alternando dx e sx)
3) 20 COMPETITION SIT UPS
4) 20 SIDE PLANK TOE TOUCHES (alternando i lati)

Tempo di Zuzka 8:32
Tempo di Elisa 9:55

La prossima volta che lo farò cercherò di battere il mio tempo!

Pollo con funghi e patate

Pranzo veloce e abbastanza light!
La ricetta è di Corinna di cook, sezione microonde, e ogni tanto la ripropongo in famiglia, e devo dire che riscuote sempre un ottimo successo!
Io la faccio con la funzione crisp del MO ma nulla vieta di cuocere in forno, il pollo risulterà più croccante!

Ingredienti per 2-3 persone:

2 cosce di pollo intere (con sovraccoscia)
1 patata grossa (o due piccole)
4-5 champignon
Olio e sale q.b.

Procedimento:

Tagliare patate e funghi in piccoli pezzi, scaldare la teglia crisp un paio di minuti poi adagiare pollo, patate e funghi. Condire con pochissimo olio e sale.
Cuocere 18-20 minuti funzione crisp del microonde e a metà cottura rigirare il tutto per meglio rosolare carne e verdure.
A fine cottura aggiustare di sale e servire.

venerdì 11 ottobre 2013

Risultati sfida 30 giorni

La sfida dei 30 giorni consiste in 5 allenamenti giornalieri che ci accompagnano per 4 settimane. Ci si allena dal lunedì al venerdì con due giorni di riposo.
Il primo allenamento consiste nel fit test che è un "esame" del nostro attuale stato fisico (nel senso di quanto siamo o non siamo allenati).
Lo stesso fit test si ripeterà dopo due settimane e chiuderà la sfida.
Si tratta di 7 esercizi base  che vanno eseguiti per 50 secondi, con 10 secondi di riposo. Nei 50 secondi si cercherà di eseguire, al meglio, più ripetizioni possibili, per poi passare all'esercizio successivo.
Ecco i miei risultati:

1) Squat jumps ( 24, =, 23 )
2) Push ups ( 22, 23, 28 )
3) Burpees ( 9, 12, 13 )
4) High knees ( 87, 100, 138 )
5) Switch lounges ( 16, 20, 24 )
6) Tuck jumps ( 16, 15, 20 )
7) Straight abs ( 17, 19, 20 )

A parte un paio di "defezioni" direi che sono più che soddisfatta dei risultati tanto che proseguirò nei miei allenamenti cercando ora di calibrare i giorni di work con quelli di riposo, nel senso che per come si svolge la mia settimana ho deciso di cambiare planning. A lungo andare allenarmi dal lunedì al venerdì (quando ho giornate di lavoro pesanti) e rimanere a riposo il sabato e la domenica (giorni in cui riuscirei meglio ad inserire un allenamento) mi risulterebbe stancante e potrei mollare. Visto che non voglio, mi organizzerò perché sia IO a comandare la mia attività fisica e non il contrario. 
Allenarsi si, ma nella giusta maniera!!!

giovedì 10 ottobre 2013

Polpette di pesce e zucchine


Ovvero come far mangiare verdure (nascoste) a mio figlio.
Le polpette piacciono a tutti. Di carne, pesce, legumi, verdure, dolci o salate, al forno o fritte.
Noi non facciamo eccezione. 
Ho letto tante ricette sul web, alla fine ne ho appuntata una sul mio quadernetto di ricette ma non ho segnato la "proprietaria" della ricetta. Chiunque sia grazie, ormai le faccio da quasi due anni e sono sempre ottime!

Ingredienti:

300 gr di pesce (merluzzo, nasello o persico i migliori)
2 zucchine medie
1 spicchio d'aglio
Prezzemolo e sale
Olio evo q.b.
Pangrattato q.b.

Procedimento:

Far rosolare uno spicchio d'aglio senza l'anima con un poco d'olio nel boccale del bimby (circa 3 minuti a 100 gradi).
Nel frattempo tagliare a tocchetti sia il pesce che le zucchine e inserirle nel bimby. Cuocere a varoma circa 10-12 minuti antiorario. Aggiungere il prezzemolo tritato e salare a piacere.
Aggiungere pangrattato quanto basta per ottenere un impasto morbido ma lavorabile.
Formare le polpette. A questo punto io faccio in due modi diversi in base all'umore e al tempo.
1) ripassare le polpette nel pangrattato e disporle su teglia con carta forno leggermente oliata e cuocere in forno sino a doratura (io nel micro funzione crisp per 6-8 minuti);
2) passare le polpette in un paio d'uova sbattute e poi nel pangrattato e cuocere come in precedenza o in padella con olio.

Sono ottime in entrambi i modi, le prime più light le altre golosissime e croccanti!

L'ultimo allenamento prima del fit test

Ed eccomi arrivata all'ultimo workout della sfida dei 30 giorni.
A dire il vero mi aspetta ancora il fit test di fine sfida che farò domani mattina all'alba !!! 
Sono molto felice e vi spiego perché...
La mia (e forse la vostra) vita è molto frenetica, casa, lavoro, bimbo piccolo, mille cose da fare e mai il tempo per farle. 
Sino a quest'estate ha vinto lei, la vita frenetica, mi aveva sopraffatta. 
Sino a che, onestamente, non mi sono pesata. E quel giorno c'è stato il terrore. 
Ho sempre lottato col mio peso, o perlomeno nella mia adolescenza e prima giovinezza. Poi con sacrifici e duro lavoro (palestra) ho raggiunto una forma fisica invidiabile! 
Durata qualche anno.
Poi ho conosciuto mio marito e siamo andati a convivere.
Sono una di quelle donne a cui piace far trovare sempre qualcosa di buono e diverso sulla tavola al mio compagno e vista anche la mia passione per la cucina non ci è voluto molto che accumulassi qualche chilo in più! La palestra era un miraggio e la pigrizia imperversava.
Ogni tanto mi rimettevo in carreggiata, ma poi buttavo tutto all'aria.
E lo stress aumentava.
Poi è arrivato Lui, Alessandro, la mia vita! Quella che ti toglie il respiro, ti fa dannare ma è sempre il tuo angioletto.
E i chili sono aumentati.
E lo stress aumentava.
Sino a questa estate. Non mi chiedete perché proprio in quel periodo, ma dopo una vita che non salivo su una bilancia ho deciso di farlo e...
Se siamo qui ora a parlare di allenamenti è perché ho deciso che a dispetto di tutto e tutti qualche minuto PER ME ho deciso di regalarmelo. 
E ringrazio il cielo e il web di aver trovato le info giuste, quelle che vanno bene a me.
HIIT allenamenti brevi ma intensi. Si possono fare a casa (con o senza attrezzi specifici).
E la mia vita è migliorata. Sto bene, mi sfogo un pò e mi tonifico. Senza esagerare.
Spero di fare cosa gratita inserendo alcune info per chi volesse guardare e provare:

Sito web: dailyhiit.com e canale YT 
Tasto ricerca: bodyrock sfida 30 giorni
Sito web: zuzkalight.com e canale YT


Poi se mi riesce posterò anche qualche allenamento breve già pronto.


Croissantes senza uova di Erika


Le ricette di Erika per me sono una garanzia!
Erika l'ho conosciuta su cook, poi ha creato il suo blog, destreggiandomi in cucina, e l'ho seguita appassionatamente anche lì. Sarà che siamo entrambe emiliane, sarà che amiamo la cucina e che abbiamo entrambe un figlio maschio nato nel 2010, sta di fatto che mi è  stata subito simpatica e che fa e mette in pratica ricette gustose e di sicura riuscita.
Questa l'ho letteralmente "rubata" non appena l'ha pubblicata. Io ho seguito la "sua" versione, rimando al suo blog per i passaggi e le altre curiosità sulla ricetta.

Ingredienti:

400 gr farina doppio zero
100 gr farina Manitoba
80 gr zucchero
10 gr latte liquido
200 gr burro sciolto
1/2 cubetto lievito di birra
230 gr acqua fredda

X la doratura:
Latte q.b.

Procedimento:

Sciogliere il burro nel micro e lasciarlo intiepidire.
Nel boccale del bimby inserire lievito, latte, farine e zucchero e mescolare a velocità 2. Con le lame in movimento inserire acqua fredda e continuare qualche secondo.
Poi impostare il tasto spiga e impastare per 6 minuti inserendo dal foro il burro sciolto.
Controllare la consistenza dell'impasto e aggiungere 3 cucchiai (circa) di farina mentre ancora impasta.
L'impasto deve risultare liscio ed omogeneo. Quando l'avrete ottenuto significa che l'impasto è pronto.
Versare l'impasto in una terrina e pizzicarlo portando i lembi verso il centro per formare una palla bella liscia. Capovolgerlo e lasciarlo lievitare ben coperto per circa 3 ore.
Riprendere l'impasto e sgonfiarlo.
Poi dividerlo in palline più o meno dello stesso peso che vanno tirate a disco tipo piadina e sovrapposte (metodo "sfogliette").
Ogni 4 dischi ricordarsi di tirarli ancora e continuare così sino ad esaurimento delle palline dopodiché si tira ancora la sfoglia un'ultima volta.
A questo punto tagliare a spicchi e formare i croissantes.
Disporli su teglia con carta forno e coprirli con pellicola lasciandoli lievitare per altre 2 ore circa.
Spennellare con latte e cuocere in forno a 180 gradi sino a doratura. 


Trafilare che soddisfazione!

Da quando a far compagnia al bimby è arrivato anche il KCC mi sono dilettata a trafilare la pasta in casa.
Per prova io ho deciso di acquistare le trafile in plastica, compatibili, e non quelle originali che hanno un costo piuttosto elevato e che per l'utilizzo personale non valgono quello che costano (purtroppo il tempo per me è sempre tiranno, e non trafilo tutte le settimane).
La soddisfazione di servire un piatto di pasta trafilata in casa è enorme, almeno per me e volevo condividerla con voi.
Per questi bucatini all'amatriciana ho trafilato con sola semola e acqua (rapporto liquido/farina 0,39 gr) seguendo le indicazioni di Pernino di Cookaround. 
Per la ricetta del sugo ho seguito il ricettario verde del bimby.
Ed i miei ometti hanno apprezzato!

martedì 8 ottobre 2013

Noodles??? Anche a casa!

Noi adoriamo la cucina giapponese. Appena ne abbiamo l'occasione andiamo  a mangiare sushi-sashimi & co. o ordiniamo al take away.
Ma, con un bimbo piccolo e il lavoro, non sempre è possibile. O perlomeno non quanto vorremmo.
Di ricette il web è pieno. Probabilmente più gustose della mia, ma quando ho provato a farli la prima volta (improvvisando con ciò che avevo) ci sono tanto piaciuti che li ripeto spesso e li faccio così: 

Ingredienti (vado ad occhio)

Noodles (x 2/3 persone)
1/2 porro
1 manciata di misto x soffritto
2 manciate di piselli surgelati
1/2 zucchina grande
1 uovo
Salsa di soia q.b.
Curry q.b.

Procedimento:

Metto l'acqua a bollire e salo quando bolle. Nel frattempo metto un po' d'olio in una padella larga (o wok) e a freddo verso il misto x soffritto e il porro poi accendo e inizio a stufare, aggiungendo poco dopo i piselli. Intanto sbatto l'uovo con un goccio di salsa di soia e faccio una frittatina sottile che taglierò a julienne e terrò da parte. Taglio a julienne anche la zucchina e la aggiungo alle altre verdure. Nel frattempo prendo 3-4 cucchiai di acqua calda salata in una ciotolina e sciolgo un po' di curry (o spezie misto curry) e poi ci "sfumo" le verdure dove ho aggiunto anche la frittata.
Quando l'acqua bolle versare i noodles e farli cuocere (i miei 3 minuti) dividendoli con l'aiuto di una forchetta. Scolare gli spaghetti e versarli nella padella saltandoli un paio di minuti e aggiungendo 3 o 4 cucchiai di salsa di soia (la quantità varia a seconda del gusto personale). 
Impiattare e servire caldi.
Ci ho messo più tempo a scrivere la ricetta che a farli stasera x cena!!!

lunedì 7 ottobre 2013

Inizia l'ultima settimana

Ed eccoci arrivati all'ultima settimana di allenamenti della sfida dei 30 giorni! 
Oggi ero particolarmente stanca e ho sentito molto la fatica ma dopo si sta da dio!!! 
Mi sono anche pesata, anche se non mi aspettavo cali enormi, e sono rimasta soddisfatta e colpita. Sono anche calata, poco. Ma sono calata. E mi sono "asciugata" e tonificata e questo a detta di chi mi sta intorno!
Dunque l'entusiasmo è a mille, mi chiedo se avessi anche fatto la dieta, quanto sarei calata? 
Sto già preparandomi al dopo. A quello che sarà dopo la fine della sfida. Sono già pronti gli allenamenti di Zuzka, gli zcut, altri di Lisa-Marie e ancora Zuzka con i kettlebell...cosa sono??? Io li ho scoperti da pochissimo e li sto ordinando per poter cominciare ad usarli...vediamo se fanno almeno la metà di ciò che promettono!

domenica 6 ottobre 2013

Zucca e zola e la quiche prende vita!

Ammetto, ho tutti i libri di Benedetta Parodi e la trovo pure simpatica...anche se non sempre condivido il suo modo di cucinare.
Dicevo, ho tutti i libri ma non li conosco a memoria e di questa quiche ne ha parlato la mia collega al lavoro, io non me la ricordavo. Lei l'aveva già provata. Lei come me adora la zucca, in tutte le sue forme.
Dovevo provarla.
E guarda caso venerdì è rimasta una fetta di zola, nel frigo sola soletta...che facciamo??? La lasciamo lì???
Ed oggi l'ho provata. E amata!
Vi scrivo la ricetta così come l'ha data Benedetta, io ho apportato modifiche perché non avevo tutto l'occorrente o perlomeno, non nelle giuste quantità.

Ingredienti:
1 rotolo di pasta sfoglia (io brisé)
700 gr di zucca
300 gr di gorgonzola (io 170, la fettina)
250 gr di ricotta
50 gr di parmigiano (io pecorino)
2 uova
Sale

Procedimento:

Pulire e tagliare la zucca e cuocerla a vapore per renderla morbida.
Schiacciarla con una forchetta e unire la ricotta, il gorgonzola a tocchetti, il parmigiano, le uova e aggiustare di sale.
Mescolare per creare una crema.
Stendere la sfoglia in una tortiera con la carta forno e bucherellare il fondo. Versare l'impasto, creare un bordino e infornare in forno caldo a 180 gradi per 40 minuti e sino a doratura. 

Un incontro da favola!


Champignon ripieni di salsiccia
(ricetta di "subito pronto" di ottobre)

Ingredienti per 4:

12 funghi champignon medi
200 gr di salsiccia
4 CC di olio evo
4 CC di parmigiano
Vino bianco, prezzemolo, aglio, sale e pepe q.b.

Procedimento:

Riscaldare il forno a 220 gradi e foderare una teglia con carta forno.
Pulire i funghi sotto l'acqua e staccare i gambi scavando un poco e tenere da parte le cappelle e mettere in una ciotola i gambi e le parti scavate.
Tritare in un robot (io nel bimby) i gambi con 1/2 spicchio d'aglio, il prezzemolo, sale e pepe. Trasferite in una ciotola il trito e aggiungete la salsiccia, 3 cucchiai di parmigiano e metà olio e mescolare. 
Condire le cappelle con olio e sale e farcirle con il composto aiutandosi con un cucchiaino. 
Disporre nella teglia con il composto verso l'alto condire con l'olio e il formaggio restanti. Versare 1/2 bicchiere di vino bianco sul fondo e infornare. Cuocere per 20 minuti e servire tiepidi.


Io li ho trovati favolosi! A me viene sempre più composto rispetto alle cappelle dei funghi e ci faccio delle mini polpettine che aggiungo nella teglia e faccio cuocere insieme.